Posso farmi un tatuaggio se ho il diabete? Ecco cosa c'è da sapere

Posso farmi un tatuaggio se ho il diabete? Ecco cosa c'è da sapere

Si può fare un tatuaggio se si ha il diabete? Cosa succede quando qualcuno ha il diabete e si fa un tatuaggio?

State pensando di farvi un tatuaggio ma avete il diabete? Non siete soli! Molte persone affette da diabete si chiedono se possono farsi un tatuaggio e se ci sono dei rischi. Il diabete è una malattia grave che può avere molte complicazioni, tra cui problemi di guarigione delle ferite. Se avete il diabete e state pensando di farvi un tatuaggio, è importante che siate consapevoli dei rischi e che prendiate provvedimenti per ridurli al minimo. Siamo qui per dirvi che fare un tatuaggio con il diabete è possibile, ma ci sono alcune cose che dovete sapere prima di andare sotto l'ago.

In questo post vi diremo tutto quello che c'è da sapere sul diabete e sui tatuaggi con il diabete.

Cosa sono il diabete di tipo 1 e 2?

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune (il corpo attacca se stesso per errore) che porta l'organismo ad attaccare e distruggere le cellule che producono insulina. L'insulina è un ormone che aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Il diabete di tipo 1 viene solitamente diagnosticato durante l'infanzia o l'adolescenza. Il diabete di tipo 2 è una condizione che si verifica quando il corpo non produce abbastanza insulina o quando l'insulina prodotta non funziona correttamente. Questo può causare un pericoloso innalzamento dei livelli di zucchero nel sangue. Il diabete di tipo 2 viene spesso diagnosticato negli adulti.

Test A1C

Il test A1C è un semplice esame del sangue che misura i livelli medi di zucchero nel sangue negli ultimi 2 - 3 mesi. Un esame del sangue misura i livelli di emoglobina A1c (A1C). Un livello normale di A1C è inferiore al 5,7%. Se il livello di A1C è superiore al 7%, il rischio di sviluppare il diabete è maggiore.
Secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), si stima che 37,3 milioni di persone negli Stati Uniti, pari al 10,6% della popolazione, soffrano di diabete. Anche se questo numero può sembrare relativamente basso, è importante ricordare che il diabete è una condizione grave e cronica che, se non trattata, può portare a complicazioni potenzialmente letali. Sia il diabete di tipo 1 che quello di tipo 2 possono causare gravi complicazioni di salute, tra cui malattie cardiache, ictus, malattie renali e cecità. Ecco perché è importante consultare regolarmente un medico e tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue.

 

Si può fare un tatuaggio con il diabete?

Non esiste una risposta definitiva a questa domanda, poiché il diabete è diverso e dipende dalla situazione medica di ciascuno. Se siete come la maggior parte delle persone, probabilmente avete passato un po' di tempo a immaginare come sarebbe fare un tatuaggio se aveste il diabete. Sebbene non sia raccomandato dalla maggior parte degli operatori sanitari, alcune persone scelgono di farlo in nome della consapevolezza della salute. In effetti, se avete il diabete e volete farvi un tatuaggio, potete farlo! Sebbene la maggior parte degli operatori sanitari sia contraria a farsi un tatuaggio se si soffre di diabete, è certamente possibile farlo senza correre rischi.

Un tatuaggio è un disegno permanente che avrete sempre con voi. Il disegno rimarrà con voi fino al giorno della vostra morte, a meno che non decidiate di rimuoverlo. Tuttavia, farsi un tatuaggio non è così semplice come si potrebbe pensare. Ci vuole molta pianificazione per assicurarsi che tutto vada per il meglio. Alcune persone affette da diabete potrebbero aver bisogno di prendere particolari precauzioni per farsi un tatuaggio, mentre altre potrebbero essere in grado di farlo senza problemi. I tatuaggi possono essere eseguiti nel rispetto delle severe norme igieniche della Food and Drug Administration (FDA).
Chi soffre di diabete di tipo 1 può farsi tatuare. Ma non tutti la pensano così. Le persone con diabete di tipo 2 credono di non potersi tatuare a causa dello zucchero nel sangue, ma in realtà possono farlo. Con un'attenta pianificazione ed esecuzione, possono ottenere la loro body art in modo da avere ancora il controllo necessario per gestire i livelli di zucchero nel sangue.
È sempre meglio consultare il proprio medico prima di fare un tatuaggio se si soffre di diabete. Il medico dovrà approvare il disegno che si desidera tatuare sulla pelle. Il disegno deve anche essere sicuro per le persone con diabete. Alcuni disegni sono sicuri per le persone con diabete, ma altri non lo sono. È importante chiedere al proprio medico cosa si può o non si può fare prima di farsi un tatuaggio. Detto questo, le persone con diabete possono farsi tatuare se prendono le dovute precauzioni e conoscono i rischi connessi.

Quali sono i rischi associati al tatuaggio con il diabete?

Se state pensando di farvi un tatuaggio e avete il diabete, è importante che siate consapevoli dei rischi prima di decidere. Se si soffre di diabete, la pelle può essere più soggetta a infezioni. Questo perché il diabete può causare cambiamenti nei piccoli vasi sanguigni che forniscono ossigeno e nutrienti alla pelle. Questi cambiamenti possono rendere più difficile per il corpo combattere le infezioni. I tatuaggi possono causare infezioni e le persone affette da diabete sono più inclini a sviluppare infezioni rispetto a quelle che non ne soffrono. Le persone con diabete sono maggiormente esposte al rischio di complicazioni dovute all'inchiostro del tatuaggio, come reazioni allergiche o infezioni cutanee. Inoltre, il processo di guarigione dei tatuaggi può essere più difficile per le persone con diabete, in quanto può essere necessario più tempo per la corretta guarigione dell'area.

Quindi, cosa significa tutto questo? Se avete il diabete e state pensando di farvi un tatuaggio, è importante che lavoriate con il vostro team sanitario per assicurarvi che il diabete sia ben controllato prima di procedere. In questo modo si ridurrà il rischio di infezioni e si potrà avere un tatuaggio bello e sano di cui godere per gli anni a venire.

Cosa fare per ridurre i rischi di infezione e prepararsi al tatuaggio

Sebbene vi siano alcuni rischi associati alla realizzazione di un tatuaggio quando si soffre di diabete, se si prendono le dovute precauzioni, non c'è motivo per cui non si possa godere di questa arte del corpo.

 

Parlate con il vostro medico o con l'équipe sanitaria

Prima di fare un tatuaggio, è importante parlare con il proprio medico per assicurarsi che il diabete sia ben controllato. Ciò significa mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro un intervallo normale e monitorarli attentamente. Dovreste anche consultare il vostro medico per assicurarvi che il tatuaggio sia sicuro per voi. Infatti, un diabete non controllato può aumentare il rischio di infezioni dopo un tatuaggio. Se la glicemia non è sotto controllo, il sistema immunitario potrebbe non essere in grado di combattere efficacemente le infezioni.

  

Livelli A1C

Il medico potrebbe voler controllare i livelli di zucchero nel sangue e sottoporvi a un esame fisico prima di darvi il via libera.
A1c inferiore a 8,0
: se volete fare un tatuaggio e la media degli ultimi due o tre mesi di A1c è stata inferiore all'8% e non avete malattie neurologiche, cardiache, renali o altre condizioni mediche che potrebbero rendere pericoloso un tatuaggio, il tatuaggio dovrebbe essere sicuro.
A1c superiore a 9,0
: tuttavia, se la media degli ultimi due o tre mesi di A1c è stata superiore al 9% o se si soffre di malattie neurologiche, cardiache, renali o di qualsiasi altra condizione medica, farsi un tatuaggio potrebbe rappresentare un serio rischio per la propria vita.
Ad esempio, il vostro livello di A1C può essere pari al 9%, ma il vostro medico potrebbe dire che non c'è problema a farvi un tatuaggio. A volte l'A1C non è il miglior indicatore della gestione della glicemia. Quindi, se state pensando di farvi un tatuaggio, parlatene prima con il vostro medico. Può aiutarvi a gestire il vostro diabete e a ridurre il rischio di sviluppare un'infezione.

Scegliere la posizione del tatuaggio che non sia suscettibile di infezioni

Prima di fare un tatuaggio, se il vostro livello di A1c è sotto controllo, chiedete al vostro medico se potete fare un tatuaggio in qualsiasi punto del corpo. Il medico vi dirà quali sono i limiti di un tatuaggio esaminando il vostro stato di salute attuale. Se avete una neuropatia o problemi circolatori in una parte del corpo, il medico potrebbe suggerirvi di evitare quella zona.
È importante sapere quali aree sono buone candidate al tatuaggio e quali sono da evitare. I piedi, gli stinchi, le caviglie e il sedere sono aree comuni del corpo che possono facilmente avere una cattiva circolazione sanguigna. Se si eseguono tatuaggi in questi punti, si rischia di contrarre una brutta infezione, perché queste aree sono difficili da guarire o sono più soggette a infezioni durante il processo di guarigione.
Inoltre, evitate di tatuarvi nelle zone in cui di solito vi iniettate l'insulina (braccia, stomaco e gambe), in modo da poter osservare meglio le infezioni che potrebbero verificarsi in quelle zone.

Infine, scegliete un tatuatore affidabile che abbia esperienza di lavoro con persone affette da diabete.

L'artista saprà come prendere le precauzioni necessarie per evitare di causare problemi ai livelli di zucchero nel sangue durante il processo di tatuaggio. Una volta pronti, è importante assicurarsi che l'artista utilizzi attrezzature sterili e lavori in un ambiente pulito. Prima di iniziare a lavorare sul vostro tatuaggio, chiedete informazioni sulle loro procedure di sterilizzazione e assicuratevi che seguano tutti i protocolli di sicurezza necessari. Prima di iniziare, il tatuatore probabilmente vi chiederà di mangiare qualcosa, in modo che i livelli di zucchero nel sangue siano stabili durante la procedura. Inoltre, prima di iniziare il processo di tatuaggio, potrebbe somministrarvi una piccola iniezione di adrenalina, che può aiutare a prevenire improvvisi cali di zucchero nel sangue.
Durante il processo di tatuaggio, l'artista farà probabilmente delle pause frequenti per controllare i livelli di zucchero nel sangue e assicurarsi che vi sentiate bene. Potrebbe anche darvi degli snack o delle bevande zuccherate per mantenere alti i livelli di zucchero nel sangue. Una volta terminato il tatuaggio, è importante monitorare attentamente i livelli di zucchero nel sangue. Se si notano arrossamenti, gonfiori o altri segni di infezione, contattare immediatamente il medico.
Con le dovute precauzioni, è possibile fare un tatuaggio con il diabete. È sufficiente consultare il proprio personale sanitario. Tuttavia, è importante essere consapevoli di tutti i rischi prima di prendere una decisione definitiva. È sempre meglio essere sicuri che dispiaciuti!

Processo di guarigione del tatuaggio

1° SETTIMANA: La pelle si sente tesa e gonfia e può apparire di colore più scuro. Il rossore e il gonfiore causati dal tatuaggio diminuiscono con il tempo e si può formare della crosta sulla zona tatuata.

2° SETTIMANA: iniziano prurito e desquamazione fino a quando tutta la pelle morta e le croste non saranno scomparse.

4° SETTIMANA: il tatuaggio potrebbe essere completamente guarito, ma è ancora importante prendersi cura degli strati più profondi della pelle perché potrebbero essere ancora in fase di riparazione.

Il modo migliore per prendersi cura del tatuaggio dopo averlo fatto

Il modo migliore per prendersi cura del tatuaggio dopo averlo fatto

  • Pulizia: Bisogna sempre assicurarsi di pulire il tatuaggio con acqua tiepida e sapone antibatterico e di tamponare l'area per asciugarla dopo il lavaggio. È importante evitare di strofinare la crosta che si forma sopra il tatuaggio. La pulizia è molto importante perché i batteri possono accumularsi rapidamente sul tatuaggio. Se avete problemi con il tatuaggio, prendete immediatamente appuntamento con il vostro medico.
  • Prevenzione: Se avete un tatuaggio, assicuratevi di coprirlo, in modo da proteggerlo dalla luce e impedire che il tatuaggio diventi visibile nelle aree infette. Inoltre, applicate puntualmente le lozioni o le creme prescritte dal tatuatore. È importante pulire spesso il tatuaggio, soprattutto quando si suda. È inoltre possibile lavare il tatuaggio con sapone antibatterico e acqua calda ogni volta che si sporca o si squama. Evitare le aree contaminate e infette è il modo migliore per prendersi cura di un tatuaggio.
  • Livello di zucchero nel sangue: Durante questo periodo è necessario monitorare attentamente i livelli di zucchero nel sangue per assicurarsi che non si alzino troppo o si abbassino troppo.

Se si prendono tutte queste precauzioni e si seguono le raccomandazioni del team sanitario, si possono evitare problemi con il tatuaggio. E non c'è alcun motivo per cui non possiate godervi un bel tatuaggio nuovo, indipendentemente dal vostro stato di diabete.

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

Che cosa sta cercando?

Il tuo carrello